Il Tè classico nell'immagine e moderno nella forma

Infusi di frutta

Verso la metà del secolo scorso nell'Europa centrale e soprattutto in Germania, l'elevato consumo di tè fece nascere l'esigenza di studiare nuove bevande alternative, capaci di mantenere inalterata la classica "versatilità" tipica dei tè, consumabili indifferentemente sia caldi che freddi, ma nel contempo prive di qualsiasi sostanza eccitante.

Partendo dai classici tè alla frutta in stile nordico, ovvero composti di tè e frutta essiccata in bassa percentuale, si pensò, in un primo momento, di utilizzare per l'infusione solo la frutta disidratata, dalla quale si poteva ottenere una bevanda naturale; si iniziarono quindi a studiare abbinamenti di vari tipi di frutta al fine d'ottenere bevande dai piacevoli sapori; nacquero così i primi infusi di frutta.

Ben presto però ci si accorse che l'infusione della sola frutta non soddisfava in pieno le attese: la bevanda, infatti, risultava essere troppo disomogenea nel sapore, essendo quasi impossibile mantenere un dosaggio omogeneo degli ingredienti in ogni tazza; occorreva quindi trovare un prodotto che avesse, come il tè, la proprietà d'amalgamare gli aromi della frutta in modo omogeneo. Per ovviare al problema, s'iniziarono quindi a studiare abbinamenti con erbe e piante, trovando nell'ibisco e nella rosa canina la soluzione decisiva.

Da allora gli infusi di frutta hanno acquisito sempre maggiore notorietà e, in alcuni casi, sono addirittura riusciti a superare il consumo di tè.

Ciò si è verificato soprattutto fra gli amanti dei tè aromatizzati, avendo essi riscontrato negli infusi un sapore di frutta notevolmente più marcato rispetto ai tè. Numerose sono le combinazioni che gli infusi offrono grazie anche all'enorme varietà di frutta presente in natura: le miscele più classiche sono quelle ottenute dai frutti di bosco, che assaporate magari davanti ad un caminetto, rievocano soggiorni alpini; azzardati ma quanto mai originali sono gli infusi ottenuti dall'unione di frutti di bosco e frutta esotica, particolarmente dissetanti e sicuramente indicati ad un consumo anche freddo nei mesi estivi.

Tuttavia, questa combinazione presentava un unico problema: quello dell'elevata acidità che i fiori d'ibisco rilasciano in infusione; questa caratteristica, quindi, rendeva il prodotto "sgradevole" a chi non amava le bevande acide.

L'ampia scelta d'ingredienti disponibili in natura e la costante ricerca di nuovi abbinamenti, hanno permesso oggi di creare nuove infusioni dal sapore nuovo ed inconfondibile, capaci d'ovviare anche a questo problema: gli infusi di frutta privi di karkadè.

L'utilizzo di miscele più "complesse" di frutta, fiori e piante ha permesso di realizzare infusi dal sapore pieno e dal colore vivo senza dover ricorrere all'ibisco.

Selezionati per soddisfare i gusti d'ogni persona, gli infusi "Compagnie du Samovar®" sono suddivisi in 5 serie ben distinte tra loro che presentano sostanziali differenze: Apfeltraum, Birnengarten, Dattelzauber, Sonnentee e Krautertee.

Giemme Import s.r.l. - Via Milazzo, 31 - 41012 Carpi (MO) Italia
P.IVA/C.F.: 01455720365, CCIAA: MO 216563 - C.S.: €46.800,00 i.v.

Privacy - © All right reserved - DevB Nettamente